Copy
Nuova Legge di Stabilità 2015
Visualizza con il browser

Gentile Cliente,
come già saprà con la nuova legge di stabilità del 2015 (L. 190/2014 del 24.12.2014) sono state introdotte importanti novità:

 
SPLIT PAYMENT P.A.: si applica alle operazioni fatturate a partire dall’ 01/01/2015 (Comunicato Stampa N° 7 del 09 gennaio 2015)

E’ in fase di perfezionamento il decreto di attuazione delle nuove disposizioni in materia di scissione dei pagamenti (split payment) previste dall’articolo 1, comma
629, lettera b), della legge 23 dicembre 2014, n. 190 (legge di stabilità 2015). La norma stabilisce che le pubbliche amministrazioni acquirenti di beni e servizi,
ancorché non rivestano la qualità di soggetto passivo dell’IVA, devono versare direttamente all’erario l’imposta sul valore aggiunto che è stata addebitata loro dai
fornitori.
Nello schema di decreto di attuazione viene precisato che il meccanismo della scissione dei pagamenti si applica alle operazioni fatturate a partire dal 1° gennaio
2015, per le quali l’esigibilità dell’imposta si verifichi successivamente alla stessa data.

 
 
Provvederemo ad effettuare una modifica alla stampa della Chiusura Iva per far si che l’IVA dello split payment non concorra al calcolo della liquidazione IVA.
Al momento è possibile intervenire manualmente nella chiusura iva per variare i dati (v. pagina 9 delle istruzioni sotto riportate).
Per una corretta applicazione della nuova normativa abbiamo preparato delle istruzioni che trovate nel seguente link:

 
Istruzioni Split Payment
 
 
MODELLO CU2015 – CERTIFICAZINE UNICA

E’ stato introdotto un nuovo adempimento per i sostituti d'imposta, che prevede la trasmissione in via telematica all'agenzia delle entrate (tramite i soliti canali ENTRATEL etc...) della CERTIFICAZIONE UNICA (CU) che andrà a riepilogare sia i redditi di lavoro dipendente (in sostituzione al CUD), sia i redditi di provvigioni  e di lavoro autonomo (fatture con ritenuta d'acconto) .
Le informazioni da riportare sono molto simili a quelle richieste nel modello 770 cambia solo il termine di scadenza che e' stato notevolmente anticipato, poiche' la certificazione unica deve essere consegnata entro il 28/02 al soggetto interessato e spedita telematicamente all'agenzia entrate entro il 09/03...(non entro il 31/07) quindi tutti i documenti dovranno essere consegnati allo studio paghe almeno entro gennaio per permetterne l'elaborazione o comunque secondo gli accordi presi con lo studio stesso.

 
Come già avveniva precedentemente dovrete comunicare all’ufficio paghe i dati che vi competono, sarà loro cura integrare le informazioni per generare il file da inviare all’agenzia delle entrate.
 
 
Il REVERSE CHARGE (inversione contabile) viene esteso ad ulteriori tipologie di prestazioni di servizi e cessioni di beni:

Tra le nuove operazioni interessate dall’inversione contabile si segnalano in particolare:

  • le prestazioni di servizi di pulizia, di demolizione, di installazione di impianti e di completamento relative ad edifici;

  • le cessioni di bancali di legno (pallet) recuperati ai cicli di utilizzo successivi al primo.

 
Riportiamo link con le istruzioni per l’inserimento di un nuovo codice Iva Reverse Charge (v. pagina 9 Fatture Vendita con Reverse Charge)
 
Istruzioni Reverse Charge
 
 
A disposizione per qualsiasi chiarimento porgo cordiali saluti
 
SERVIZIO DI ASSISTENZA TELEFONICA
e-mail: assistenza@modi.it

Copyright © 2015 Modi Nuovi s.a.s., All rights reserved.
     Rimuovi