Copy

DAL 10 SETTEMBRE 3 NUOVI TITOLI SU THEOPENREEL.IT 

Sono tre i nuovi titoli disponibili online, in streaming e downloading, da oggi su www.theopenreel.it

Dalla Francia arriva l'ultimo capolavoro di Paul Vecchiali, Nuits blanches sur la jetée, presentato allo scorso Festival del Cinema di Locarno, e vincitore del Boccalino d'Oro assegnato dalla critica.

Dopo essere stato proiettato a tantissimi festival in giro per il mondo, il film è arrivato in Italia grazie ai Festival di Pesaro, Palermo (Sicilia Queer) e Bari (Registi fuori dagli sche(r)mi). Con distribuzione in Barasile, Canada e Stati Uniti, e per protagonisti Astrid Adverbe e Pascal Cervo, Nuits balcnes sur la jetée, Ã© ispirato a Le notti bianche di Dostoevskij.

Sempre di produzione francese, ma di ambientazione russa, è invece Stand, di Jonathan Taieb, con all'attivo più di cinquanta festival internazionali e il passaggio, in anteprime per l'Italia allo scorso Torino Gay & Lesbian Film Festival. Film che ha fatto discutere ovunque, la storia di una coppia gay che assiste ad un episodio di violenza subita da un altro omosessuale e che ha paura di denunciare l'accaduto, date le difficili condizioni dei gay nella società russa, Stand può contare la distribuzione in molti paesi, tra cui Stati Uniti, Canada, Francia, Polonia, Regno Unito e Irlanda.

La terza proposta il film israeliano Snails in the Rain, produzione diretta da Yariv Mozer (già autore di The invisible Men) nel 2013; un appassionata storia d'amore tra due uomini che inizia con l'invio di misteriose lettere d'amore che il protagonista crede arrivino dalla sua ragazza. Snail in the Rain è stato proiettato a tantissimi festival, tra cui quelli di Montreal e Tel Aviv, mentre la prima italiana è avvenuta a Torino, sempre grazie al Torino Gay & Lesbian Film Festival.

NUITS BLANCHES SUR LA JETÉE
di Paul Vecchiali
(Francia, 2014, 94', col.)

 
Costo noleggio: 2,99 €
Costo acquisto: 4,99 €

Ogni sera un nottambulo passeggia sul molo del porto della città dove sta trascorrendo un anno sabbatico. Qui incontra una giovane donna che aspetta l'uomo della sua vita. Durante quattro notti, tanto reali quanto sognate, i due discorreranno della vita e a poco a poco lui s'innamorerà di lei. Ma l'amante tanto atteso alla fine arriva...

Paul Vecchiali

Paul Vecchiali (Ajaccio, Corsica, 1930) rielabora il cinema francese degli anni ‘30 attraverso la sperimentazione linguistica e un punto di vista autobiografico. Tra i suoi film più noti, tutti a basso budget, Corps a coeur (1979), Rosa la rose (1985), Encore (1988), con il quale affronta il tema dell’AIDS legato all’omosessualità, e Wonder Boy - De Sueur et de sang (1994).

STAND
di Jonathan Taieb
(Francia, 2014, 87', col.)

 
Costo noleggio: 5,99 €
Costo acquisto: 9,99 €

Delitto e senso di colpa. Vlad e Anton sono una coppia gay molto affiatata. Mentre si trovano in auto sbagliano accidentalmente strada e, per caso, assistono alla morte di un ragazzo per mano di una banda di omofobi. Da quel momento in poi per Anton la ricerca dei colpevoli diventa una fissazione quasi patologica. Vlad, al contrario, cerca di farlo desistere dalle indagini: su di lui pesano la paura e la consapevolezza di vivere una condizione scomoda e pericolosa in un Paese in cui l'omosessualità è bandita. Nonostante il pericolo i due si mettono sulle tracce degli assassini… Con conseguenze drammatiche. Un film, dal sapore dostoevskijano, sull'intolleranza che vige in Russia e su quanto quel clima infame aizzi le angosce dei singoli, una vera e propria guerra "interiore". Diretto da un giovane regista francese che, in soli undici giorni e a low budget, ha effettuato le riprese segretamente in Ucraina mentre scoppiavano le prime rivolte.

Jonathan Taieb

Jonathan Taieb, nato nel 1986 in Francia, inizia la sua carriera in Provenza come operatore di ripresa e assistente alla regia e scenografo. Appena diciannovenne realizza il cortometraggio Vivre la bête, a cui fanno seguito Tu seras un clown, mon fils (2008) e Arthur, mon héros (2010). All'età di ventun anni si trasferisce a Parigi dove lavora al suo primo lungometraggio, Le Monde doit m'arriver? (2012), che riscuote un buon successo nel circuito dei festival ed esce nelle sale cinematografiche francesi nell'autunno 2013.

SNAILS IN THE RAIN
di Yariv Mozer
(Israele, 2013, 82', col.)

 
Costo noleggio: 4,99 €
Costo acquisto: 7,99 €

Snails in the Rain è il primo lungometraggio di finzione diretto da Yariv Mozer. Nel film uno studente venticinquenne, Boaz, si reca tutti i giorni nella sua casella postale in attesa di sapere se ha vinto una borsa di studio. Un giorno trova invece la prima di quattro lettere d’amore anonime a lui indirizzate. Scritte da un altro uomo, le missive scatenano in Boaz mille dubbi sulla propria identità sessuale, risvegliando in lui ricordi di un passato in cui si sentiva attratto dagli uomini e interferendo con la tranquilla relazione che egli ha con l’amata fidanzata Noa. Siamo a Tel Aviv, nel 1989. Il film è tratto dal racconto contenuto nel libro "The Garden of Dead Trees" di Yossi Avni Levy.

Yariv Mozer

Yariv Mozer è diplomato presso il Dipartimento di Cinema e Televisione dell'Università di Tel Aviv. Nel 2004 dirige il Decimo Festival Internazionale del Cinema degli Studenti della stessa città. Dal 2007 al 2011 è direttore della sezione Produzione-Promozione della Sam Spiegel Film & Television School. Membro della Film European Academy, del Forum dei Registi Israeliani di Documentario e dell'Accademia Israeliana di Cinema e Televisione, ha realizzato, tra gli altri, il pluripremiato The Invisible Men.

The Open Reel Staff
 
Like
Tweet
Forward to Friend
Copyright © 2015 The Open Reel, All rights reserved.
unsubscribe from this list    update subscription preferences 

Played by Pixelarea