Copy

THE OPEN REEL PRESENTA

CARMÍN TROPICAL
HETEROPHOBIA

DISPONIBILI IN STREAMING E DOWNLOADING DAL 8 APRILE

SUL SITO
WWW.THEOPENREEL.IT

 C A R M Ì N     T R O P I C A L 

CARMÍN TROPICAL
di Rigoberto Perezcano
(Messico, 2014, 80', col.)
 
Mabel torna nel suo villaggio natio Juchitán per indagare sulla morte della sua migliore amica: Daniela. Mabel, come l’amica assassinata, è un Muxe, ovvero un uomo che ha deciso di essere donna. In un clima di strisciante odio, di fronte a un mondo che sembra essersi cristallizzato nel tempo, le indagini di Mabel avanzano tra vecchie foto, ricordi e scampoli di un idillio perduto. In un mondo desertico e arcaico, attraversato dalle traiettorie di personaggi ambigui e poetici. Uno sguardo che attraversa il passato di Mabel e Daniela, fatto di ricordi e i sogni infranti, mentre il carminio del titolo diventerà, scena dopo scena, il rosso di un rossetto, il colore del sangue o il segno indelebile di un sentimento dimenticato.
TRAILER
Rigoberto Perezcano
Nato in Zaachila, Oaxaca, Messico. Ha iniziato girando documentari, ma è sempre stato incantato dalle possibilità drammaturgiche nascoste all’interno di questo genere. Il suo film XV In Zaachila ha preso parte a diversi festival e ha ricevuto diversi premi e nomination nazionali e internazionali. Nel 2001 ha lavorato come stagista per la Rockefeller-MacArthur Ford, per scrivere la sceneggiatura di Carmin TropicalNorteado è stato il suo primo film di fiction ed ha partecipato alla quattordicesima edizione del Construction Film all’interno del San Sebastian International Film Festival. Il film ha vinto tre premi: l’Industry Award, lo Spanish Television Award, e il Casa América Award. Dopo questi riconoscimenti è finalmente riuscito a realizzare Carmín Tropical.

NOLEGGIA 5,99 €       ACQUISTA 9,99 € 

H E T E R O P H O B I A

HETEROPHOBIA
di Goyo Anchou
(Argentina, 2014, 63', col.)

Mariano è un giovane gay attratto da un amico eterosessuale. Quando viene violentato e poi abbandonato da quest’ultimo, per lui è l’inizio di un viaggio sentimentale dai risvolti drammatici. L’odio e la repulsione intorno a lui rendono la sua condizione ancora più insostenibile. Pervaso da un fortissimo desiderio di redenzione, dai risvolti messianici, si ritrova catapultato in un universo parallelo, orrorifico e psichedelico, dominato dalla rabbia e dal desiderio di vendetta, ma, al termine di questo calvario personale, capirà che esiste un’unica soluzione: combattere con la rivoluzione il patriarcato su cui si regge la nostra società.
 
TRAILER
Goyo Anchou
Goyo Anchou (Mar del Plata, Argentina, 1973) ha studiato presso la Universidad del cine di Buenos Aires. Autore di numerosi libri sulla storia del cinema argentino, nel 2003 ha diretto il lungometraggio Safo, remake in stile guerrilla film di una pellicola del 1943, considerata un classico in patria. Nel corso dei primi anni 2000 ha lavorato come programmatore per il Mar del Plata International Film Festival, occupandosi delle produzioni indipendenti nazionali. Tra i titoli da lui diretti, il cortometraggio sperimentale Del amor, según Stendhal (2010), il documentario La peli de Batato (2011, coregia di Peter Pank) e ancora il cortometraggio El nombre de los seres (2013).

NOLEGGIA 2,99 €       ACQUISTA 4,99 € 

Copyright © 2016, The Open Reel, All rights reserved.

Our mailing address is:
open@theopenreel.com
cs@theopenreel.com
press@theopenreel.com

Want to change how you receive these emails?
You can update your preferences or unsubscribe from this list