Copy

Ottobre, opportunità

Ottobre può essere un tempo di cura, di risveglio, di riconciliazione.

A metà tra il fuori che è stato e il dentro in cui staremo, è la nostra opportunità di cercare e trovare ispirazione e piani di impegno - tra ciò a cui teniamo di più, quello che ci suscita un sorriso a pensarci - e dedicarci cura e attenzione. Un buon tempo per scegliere saggiamente e piantare bulbi e tulipani che fioriranno in primavera.

Per raccogliere

È un buon tempo per raccogliere mele, uva, olive. Per goderne e esserne grati e essere consapevoli di quella che è, come suggerisce un libro che amiamo molto, Nature's way di Karyn Prentice, la più importante lezione dell'anno: l'impermanenza di tutte le cose.

Per rallentare

È un buon tempo per rallentare, mentre una specie di vortice, intorno a noi, ci suggerisce di recuperare l'ultimo anno e mezzo in una volta.

Un po' è una sensazione comune dell'autunno, percepiamo il ciclo che si avvia alla chiusura e cominciamo a vedere quel che è rimasto indietro, ancora da chiudere.

E, ormai ne siamo consapevoli, di questi tempi un tale tema è ancora più delicato, perché non abbiamo finito di elaborare quel che ci è caduto addosso. E tutto ha una sfumatura che prima non aveva, una strana fretta in più, un invito implicito a correre di più, se fosse possibile.

Al contrario, questo è un buon tempo per procedere a passo più lento, scegliendo saggiamente tra tutto quel che preme e puntando su quello che è veramente importante. Se non lo facciamo adesso, rischiamo davvero di non avere più fiato.

Fare posto e dare un posto

È un buon tempo per scegliere saggiamente, in senso immateriale e anche materiale. Come quando, mettendo a posto la credenza o la libreria o facendo il cambio di stagione, scegliamo tra oggetti che ancora ci servono e altri che ci appesantiscono. È un buon momento per liberarci da quel che non sentiamo più 'nostro'.

Che non vuol dire buttare via tutto, può essere un buon momento per dare un nuovo posto o una nuova occasione a quello da cui ci separiamo, magari cedendolo a chi può farne ancora qualcosa.

Piccole azioni a duplice impatto, emotivo e materiale: economia circolare, scambio, trasferimento di ricchezza, riduzione dei consumi inquinanti, e così via.

Chiudere i cerchi

È un buon tempo per concludere quello che è rimasto a metà. Concentrando il nostro impegno e completandolo, se è ancora significativo per noi. Oppure lasciandolo andare, se non lo è più, senza paura di potare i rami secchi, facendolo ora che il terreno è ancora caldo sulle radici.

Altrimenti rischiamo di restare impigliati in pensieri e progetti superati e non vedere il nuovo che arriverà o che forse in parte è già arrivato.

Possiamo farlo anche - forse soprattutto - per tutto quel che non è come vorremmo che fosse, che dipenda da noi o da altri, anche quando siamo noi stessi a non essere come vorremmo. Accettare ed essere indulgenti con quel che di noi ci appare ombra, accogliendo la consapevolezza che non possiamo essere solo luce, e impegnandoci dove sentiamo di voler cambiare.

Per non rischiare che proprio queste immagini ideali costruiscano degli esilii, creino disaccordo con ciò che accade, distanza da noi stessi e dagli altri, disarmonia con il cosmo.

Sappiamo che le forme nuove, nelle quali andiamo costantemente trasformandoci, emergono da momenti di consapevolezza delle crisi e dei transiti, che sono il carattere proprio della nostra esistenza.

Chiudere può a volte voler dire, talvolta, riallacciare: fili recisi, tessuti strappati, relazioni allungate, conversazioni interrotte. Anche qui, cominciamo con scegliere saggiamente a cosa teniamo davvero e facciamolo con piccole azioni, come chiamare una persona cara che non sentiamo da un po' per ringraziarla per quel che ha fatto per noi, anche dopo tanto tempo.

Coltivare

Di cosa abbiamo bisogno per riuscire in tutto questo? Può aiutarci coltivare quel che gli anglosassoni chiamano grit e cioè insieme 'coraggio' e 'grinta'.
Quando ne siamo consapevoli, ci aiuta ad affermare chi siamo come persone e quali sono le qualità nostre autentiche a cui ricorrere, i nostri punti di forza più veri, in cui troviamo le motivazioni e le forze per fare.

Bibliografia di questa Pausa. Un articolo di Simona Gasparetti che ci parla di includere noi stessi, accettando luci e ombre. Nature's way di Karyn Prentice, un libro sempre ispirante, che ci ha guidato nell'esplorazione di questa stagione. 

Dopo Roma e Milano, dialogheremo sulle utopie realizzabili a Reggio Emilia, mercoledì 13 ottobre a partire dalle 18.30, presso Spazionoprofit terzo evento per il Festival dello Sviluppo Sostenibile 2021. Per partecipare basta inviare una email a info@bottegafilosofica.it.
Per scegliere saggiamente, puoi cominciare imparando a identificare cosa - anche tra pensieri, persone e abitudini - ti 'ruba' energia oppure ti ricarica. Lo facciamo insieme in Alimenta la tua energia, percorso della BlossomAcademy che puoi trovare qui.
Al prossimo mese e, se hai bisogno, siamo qui.
Spazi dell’anima
Chi siamo
Spazi dell'anima è l'ambiente di Bottega Filosofica dedicato alle persone. Un luogo di 'resistenza del pensiero' per chi desidera prendersi cura di sé e di migliorarsi, per rendere migliore il Mondo.

È un laboratorio filosofico-sistemico di sviluppo personale e innovazione sociale: utilizziamo i metodi e gli strumenti della filosofia e del pensiero sistemico per aiutare le persone a scoprire e mettere in luce la propria essenza e apprendere e coltivare stili di vita più felici.

Crediamo che ognun* di noi abbia dentro di sé le risorse per affrontare anche le sfide più grandi. Per questo ci piace accompagnarl* mentre sviluppa la sua antifragilità, con il coaching individuale o con uno dei percorsi di gruppo di Blossom Academy.
Per condividere, chiedere informazioni o chiarimenti, per parlare con noi e per sapere cosa bolle in pentola, ci trovi su Instagram Facebook. Pausa. è il nostro modo di offrirti un'occasione per prenderti cura di te e staccare da tutto il resto. Se pensi che possa fare bene a qualcuna o qualcuno che conosci, puoi inoltrarla liberamente. Anzi, grazie anche da parte nostra!

Hai ricevuto questa email da una persona che ha cura di te? Bello saperlo, vero? Per riceverla anche tu puoi iscriverti da qui oppure puoi leggere l'ultimo invio per farti un'idea. In ogni caso, è bello averti incontrato anche solo per un momento! 
Spazi dell'anima è l'ambiente di Bottega Filosofica dedicato alle persone.
Bottega Filosofica è Società BenefitB-Corp.
Copyright © 2021 Spazi dell'anima, Laboratorio di sviluppo personale.
Corsi e workshop, in sede e online: una cassetta degli attrezzi per vivere più felice.



Email Marketing Powered by Mailchimp