Copy
Introduzione Esercizi Online Avvento 2020
Leggi questa mail nel browser.
Video: Introduzione agli Esercizi Online Avvento 2020 dei Carmelitani

Mistica e donna d'azione, la fede nell'impossibile
 

Esercizi spirituali online Avvento 2020 con Barbe Acarie (1566-1618)


Introduzione

Scarica il testo in formato PDF e ottimizzato per i file PDF di telefoni cellulari (caratteri piú grandi).

PDF File Icon Smartphone Icon
PDF (A4)             Smartphone

Barbe Acarie – Beata Maria dell’Incarnazione (1566-1618)

Come potrebbe non bastarci il Dono che Dio fa di se stesso nella Notte di Natale! Questa è la domanda che ci rivolge colei che fu l’anima del rinnovamento della Chiesa in Francia al termine delle Guerre di Religione e che in Francia fondò il Carmelo riformato da Teresa d’Avila. Barbe Avrillot, nata nel 1566 in una ricca famiglia della nobiltà di toga parigina, diventata Madame Acarie a 16 anni col matrimonio con Pierre. Darà sei figli a questo cattolico fervente che sostenne nel suo impegno nella «Lega Santa»1. Diverrà carmelitana a 48 anni come suora conversa, col nome di Maria dell’Incarnazione. Quattro anni dopo entrerà nella gioia del suo Signore al termine di una vita sorprendentemente feconda.

 

«È troppo avaro colui al quale Dio non basta»

Nel 1587, Madame Acarie è sconvolta dalla lettura di questa frase. Sposata da cinque anni e già madre di tre bambini, brilla nei salotti parigini dove è considerata la più bella donna di Parigi. Questa giovane donna di 21 anni, padrona di casa pienamente dedita, con una vita spirituale esigente, malgrado ciò si fa sedurre dalla vita mondana. «È troppo avaro colui al quale Dio non basta». È un fulmine a ciel sereno: decide di consacrarsi a Dio nella preghiera e nel servizio. Si disfa dei suoi abiti lussuosi e intensifica il suo impegno sociale verso i poveri e gli emarginati.
 

«È troppo avaro colui al quale Dio non basta»

Volere altre ricchezze quando ci è dato Dio, è il colmo dell’avidità! Ciò sembra essere un’evidenza e ci si stupisce che non si cerchi con maggior ardore di liberarsi da un vizio tanto insensato. Come poter aspirare ad altri bene quando ci è offerto l’Amore infinito? La verità è che siamo ciechi. Nel migliore dei casi, crediamo alla realtà di questo Dono, ma non ne viviamo. In quel giorno, Madame Acarie fece l’esperienza di Dio in persona che si dava a lei. Non dovette nemmeno cercarlo! Si decise allora a riceverlo in verità senza più desiderare di possedere alcunché.

La causa del nostro accecamento, è la cupidigia che ci fa concepire ogni relazione come possesso. Tuttavia, se già nessun essere umano può essere oggetto di possesso, tanto più ciò vale per Dio! Voler mettere la mano sul proprio simile, significa negarlo nel suo essere, farne un oggetto e dimenticarne la sua dignità infinita. Voler possedere Dio significa inevitabilmente mancarlo e rivolgersi verso tutte le produzioni idolatriche della cupidigia, visto che l’idolo è proprio ciò su cui posso esercitare il mio dominio. Natale! Dio stesso si dà alla nostra umanità. Ma si dona al di fuori di ogni cupidigia, nell’assoluta gratuità del suo amore infinitamente libero.

Può riceverlo solo un cuore di povero, così come quello di Maria e di Giuseppe. Vivere di questo Dono richiede infatti rinunciare ad ogni possesso, e specialmente a quello di Dio! Così che Egli possa trovare nel nostro cuore la povera greppia dove potersi riposare, andiamo alla scuola di Barbe Acarie. Meditando la sua vita, da cui traspare il Vangelo, ci preparerà a ricevere l’inaudito dono di se stesso nel suo Figlio che Dio ci fa.

I suoi brevi scritti spirituali, poche pagine, furono pubblicati con il titolo «I veri esercizi». Dopo la sua morte si raccolsero nondimeno numerosi suoi pensieri. Sarà tuttavia la testimonianza della sua vita a farci da guida1.

 

Seguiremo la Beata, di domenica in domenica, verso la gioia di Natale:

  • I Domenica: «Vegliate!» - verginità e vigilanza

  • II Domenica:«Vi battezzerà nello Spirito Santo» - obbedienza e libertà

  • III Domenica: «Non sono degno di slegare i lacci dei sandali» - azione e contemplazione

  • IV Domenica: «Che accada secondo la tua Parola» - fecondità ecclesiale

  • Natale: Umiltà divina – lo spirito d’infanzia

 

1 Cfr. Le biografie di André Duval (XVII secolo) e di padre Bruno di Gesù Maria (1943); varie informazioni e risorse anche sul questo sito: https://bit.ly/3p7qS1N

1 La «Lega Santa» è un’alleanza militare creata da nobili francesi nel 1576 per lottare contro i protestanti a cui re Enrico III ha da poco accordato la libertà di culto.


Meditazione d’introduzione agli esercizi spirituali:

«Rallegrati allora, anima mia, di poter accogliere un ospite tanto nobile ed eccellente! Lavati, purificati, riordinati e scaccia molto lontano dal tuo cuore, con una vera contrizione e ripugnanza, ogni sporcizia d’iniquità e macchia di peccato, per ben disporti a ricevere questo Signore che abita in te. Non hai bisogno di nessuna cosa da parte di quest’ospite poiché egli stesso è l’autore di ogni cosa. Dimmi allora, anima mia, se non sarai beata quando potrai trovare riposo con il tuo Dio e dire in verità: colui che mi ha creato riposa nel mio tabernacolo.

Anima mia, ridimmelo, non dovrai ritenerti troppo avara se la presenza di un Signore tanto nobile e di un tal ospite non sarà sufficiente ad accontentarti, poiché, lo sai, egli è così generoso che, certamente e abbondantemente, condividerà con te i suoi beni e t’arricchirà con un infinità di suoi doni?» (I veri esercizi)

Aspetti pratici

Riceverete ogni venerdì un messaggio di posta elettronica: potrete scaricare il testo (in due formati: pdf e pdf per dispositivi mobili) che conterrà una meditazione su di un episodio della vita di Madame Acarie, collegato al vangelo della domenica e un calendario dell’Avvento (in immagini e parole) come nutrimento quotidiano, dal lunedì al sabato.

Buon inizio d’Avvento!

fr. Olivier Rousseau, ocd (convento d’Avon) et il Carmelo di Pontoise
Tradotto in italiano da fr. Giacomo Gubert, ocd

Buon inizio d’Avvento con la Vergine Maria!
 

P. Olivier-Marie Rousseau, ocd (Convento di Avon-Parigi)
P. Roberto Maria Pirastu, ocd (Convento di Vienna)
P. Giacomo Gubert, ocd (Edizioni OCD)

Share
Tweet
Forward
+1
Pin
Copyright © 2020 Carmelo Teresiano, All rights reserved.