Copy
Ciao <<Qui il tuo nome>>,
questa newsletter arriva di giovedì orario aperitivo.

Dai, fammi sognare. Dimmi che ti sta bevendo un Americano alla mia salute.
A proposito, qual è il tuo cocktail preferito?
Io vado matto per il Vermouth, i Bitter e tutto ciò che fa Torino primi del '900.
(Se vuoi farmi un regalo, sotto c'è il mio indirizzo)

Qualche giorno fa ho fatto una bellissima telefonata con un'amica che si occupa di ricerca e sviluppo per un'azienda di cosmetici con cui sto seminando le basi per un bellissimo nuovo progetto.
Considera che io sono uno abbastanza estremista e fricchettone nella cura persona: per anni mi sono lavato solo con il sapone di Aleppo e per diverso tempo anche con i prodotti di questa interessantissima azienda americana: coi batteri.
Batteri sulla pelle. O meglio: batteri sui batteri della pelle.
Figo eh? Ma questa è un'altra storia.
(Però se ti interessa parlarne, sono qui. Magari da cosa nasce cose, loro vendono solo in Usa e Uk al momento.).
Chi mi conosce lo sa. Questa immagine la uso sempre in tutti i miei speech sulla fermentazione. Ma quanto è bella la biodiversità su una mano di un bambino caccoloso?
Torniamo a noi.

La mia amica mi raccontava di come stanno cambiando velocissimamente i trend in cosmetica per la situazione che stiamo vivendo e come il chiodo fisso ora sia - ma va? - l'igienizzazione estrema.

Prodotti che igienizzano ma che nello stesso tempo ti coccolano soavi, prodotti che non si contaminano se li tocchi con le tue dita pacioccose, prodotti che ti proteggono il sistema immunitario come i meravigliosi esserini di Siamo Fatti Cosi.
Se hai più di 30 anni, quando pensi al sistema immunitario pensi a loro. Di' la verità. Che poi, ho rivisto un paio di puntate ora che sono su Netflix: veramente una noia mortale.
Anche il modello di acquisto di questi prodotti si stravolgerà, o meglio - a mio avviso - continuerà per la strada evolutiva che già aveva imboccato qualche anno fa, e stavolta a velocità supersonica.
Più acquisti online, meno acquisti in negozio.
Che significa anche: compro un prodotto non per come l'ho provato (i famigerati tester che tutti i negozi vogliono e poi spariscono) ma per come me l'hanno raccontato.

Guardare senza toccare è una cosa da imparare.
Non te lo diceva tua nonna?

Penso che sarà divertentissimo.

Tornando ai trend, ho rivisto nell'evoluzione della cosmetica alcuni punti di sviluppo comuni del settore food.

Vivremo in una dicotomia tra materie prime pescate direttamente dalla spesa quotidiana dei nostri nonni e intrugli funzionali capaci di renderci Hulk?

Palleggeremo con disinvoltura il nostro carrello della spesa (online?) tra farina integrale di grano libero macinata a mano da una vergine e micropolveri di superfoods capaci di innalzare delle 0,8% periodico il nostro numero di globuli bianchi?
Non dimentichiamoci del nostro amico lievito di birra. A proposito, lo sai che in gergo noi nerd lo chiamiamo lievito compresso? E poi, ma quanto è divertente questa gif?
Penso che sarà divertentissimo (e due).
E naturalmente io parteggio per la prima delle due opzioni (e no, non per via della vergine che macina).

I prodotti magici non esistono e sono assolutamente certo che per rafforzare il nostro sistema immunitario serva prima di tutto essere in equilibrio con noi stessi e le nostre famiglie.
Sorridere, fare l'amore.
Ricominciare (o continuare) a prendersi il tempo di cucinare, essere curiosi e provare gusti nuovi, ingredienti nuovi.
Farsi sorprendere e poi ritornare sempre a casa: una dispensa piena di verdura, frutta, legumi e cereali.

Serve altro?
Dobbiamo privilegiare prodotti e materie prime integrali e con una storia.

Una storia?
Apri la tua dispensa o il tuo frigorifero.
Di quanti prodotti sai la storia? Sai chi li ha prodotti, da dove viene la materia prima, chi l'ha coltivata e come?
Credo che il nodo per riprendere il controllo del nostro sistema immunitario e della nostra economia agroalimentare post Covid sia proprio qui.
Permacultura.
Rubo questa infografica dei miei amici di the 7 Elements. Da stampare e appendersi in ufficio. E nel cuore.
Comprare per rigenerare.
Rigenerazione del paesaggio, della vitalità della Terra, della cultura e della società. 

E no, non basta comprare italiano o dal negozietto sotto casa. Certo, può aiutare. Ma facciamoci delle domande, indaghiamo, studiamo. Sempre.

Tutto questo lavoro di ricerca e tutta questa passione la assimileremo e la fermenteremo dentro il nostro cuore, dando nuovi frutti.

Ah, a proposito di fermentazione.
Consumare cibi fermentati è uno dei modi migliori per rafforzare il nostro sistema immunitario.

Ecco perché bevo la birra.
Salute! Cin Cin! E buon giovedì.
Alla prossima <<Qui il tuo nome>>, TVB.
E sopratutto, l'autoironia ci salverà.
(Grazie Simo per avermi mandato questa striscia)
Brindiamo?
Facebook
Instagram
LinkedIn
Website
Email
 Oggi è un bel giorno per fare un regalo al tuo collega di scrivania o al tuo capo che ha sempre bisogno di idee nuove. Inoltragli questa newsletter. Evviva! Oggi è un bel giorno per fare un regalo al tuo collega di scrivania o al tuo capo che ha sempre bisogno di idee nuove. Inoltragli questa newsletter. Evviva!
Copyright © 2020 Riccardo Astolfi, Tutti i diritti riservati.


<<Qui il tuo nome>>, ricevi questa email perché sei uno dei 
fortunati iscritti alla mia mailing list. Non vuoi più ricevere i miei aggiornamenti? Dici sul serio? Ok, lo capisco. 
Torna nel triste silenzio senza stimoli cliccando qui
Vuoi modificare qualcosa?

Email Marketing Powered by Mailchimp