Copy
Newsletter di Daniela Gasparini.

NEWSLETTER N. 48/2016


15 ottobre 2016

COSA SUCCEDE NEL PARTITO DEMOCRATICO?

È la domanda che militanti, elettori e cittadini mi fanno più spesso in questi giorni. Per rispondere dovrei usare categorie che nulla hanno a che fare con la politica, vi dico quello che penso io.
 
Il Partito Democratico in questo momento è l'unica realtà in grado di governare questo Paese, perché il Movimento 5 Stelle aspetta di avere il 51% per non dover fare alleanze (quindi è votato all'opposizione) e il Centro Destra alla ricerca di nuova leadership é impantanato nei conflitti interni in Forza Italia e tra Lega Nord e Forza Italia. Il Partito Democratico si é fatto carico di dare un futuro a questo Paese con riforme strutturali che stanno cominciando a dare i primi frutti e, con la riforma elettorale e costituzionale, vorrebbe garantire maggiore stabilità ai prossimi governi e più credibilità al nostro Paese.
 
Il fatto che in piena campagna elettorale personalità come Bersani o Cuperlo esprimano un dissenso-ricatto arrivando a minacciare di votare NO al referendum crea confusione. Peraltro, la riforma fu votata anche da loro e a me risulta incomprensibile come si faccia a trasformare un SÌ in un NO politicamente traumatico visto che il dissenso é sulla legge elettorale e non sulla riforma della Costituzione. Il dubbio che le minacce di votare NO siano motivate da ostilità verso alcune scelte del Governo e verso il premier è legittimo. E spiace dirlo, essendo il PD in questo momento al governo, le ricadute di queste turbolenze toccano tutto il Paese.
 
Se dopo la direzione di lunedì 10 ottobre non si cerca, e si trova, un accordo (con la buona volontà di tutti) io credo che ci sarà una mini-scissione nel PD, anche se informale. Una ferita per il Partito Democratico che orgogliosamente ha nel suo DNA l'impegno ad essere la casa comune di tutti i riformisti di sinistra. Ognuno si prenderà le proprie responsabilità: questo balletto estenuante danneggia il PD ma anche l'azione di Governo e l'impegno di chi come me lo vorrebbe CAMBIARE VERAMENTE QUESTO PAESE!
 
Non vorrei mai che questa discussione congressuale anticipata induca i cittadini e le cittadine a pensare che il SÌ o il NO al referendum sia una questione interna al PD, allontanando il valore della scelta che dovremo compiere il 4 dicembre, che è una scelta per il Paese.
 
Mi auguro che la disponibilità di Matteo Renzi a far rivedere la legge elettorale favorisca un armistizio per concentrarci sulla campagna referendaria e far vincere l'Italia che cerca di cambiare! Mi auguro che Pierluigi Bersani e Gianni Cuperlo non si prendano la responsabilità di una lacerazione anche tra quegli stessi che fanno riferimento alla loro area di pensiero (e dalle chiacchiere di questi giorni in corridoio alla Camera dei Deputati non mi pare che molti parlamentari li seguirebbero). Non dico nulla di D'Alema perché ormai ha fatto la scelta di far la guerra a Renzi e al PD, spero solo che tragga velocemente e con coerenza le conclusioni: a nessuno piace avere in casa chi ti fa la guerra.
 
Daniela

BILANCIO DELLO STATO
(più uno sfogo personale)

La penosa e strumentale discussione di questi ultimi giorni sulla "nota di aggiornamento del documento di economia e finanza" – che è il documento propedeutico alla definizione del Bilancio dello Stato 2017 – é uno specchio della pazzia che sta attanagliando il nostro Paese... il merito delle cose non conta più e neppure la difesa del nostro Paese... quello che conta é delegittimare sempre e a tutti i costi il Governo o, di volta in volta, chi propone qualcosa. Siamo tornati indietro, quando molti teorizzavano il kaos come arma politica, o come appiglio di autostima: "TANTO PEGGIO, TANTO MEGLIO".
 
Il Governo sfida il Paese e sé stesso con una previsione di crescita all'1% del PIL e il dibattito si concentra tutto sul fatto che (secondo alcuni) la crescita sarà UNA PERCENTUALE INFERIORE di 0,1 punti. Premesso che non stiamo ancora parlando di Bilancio ma del documento di analisi e di programmazione, io mi immaginavo piuttosto un dibattito su quale sforzo servirebbe per UNA PERCENTUALE SUPERIORE... macché.
Ma siamo veramente in una fase in cui la politica si fa solo con i Vaffanculo? Il veleno si è sparso nel tessuto di tutto il Paese? Negando persino sé stessi per sostenere contrapposizioni strumentali? Non c'entra con il PIL, ma penso a D'Alema che ha presieduto una bicamerale per modificare la Costituzione e ora è contro; penso ai parlamentari di Forza Italia che hanno negoziato e votato la riforma e ora dicono NO; penso al leader del 25% degli italiani che urla di votare "con la pancia" e di lasciare il cervello in panchina... Scusatemi… Uno sfogo…
Tornando nel merito del DEF sulla crescita, segnalo la sintesi del documento che inquadra la Legge di Bilancio: il deficit continua a scendere, il Pil continua a salire e l’azione di Governo si concentrerà su:
  • Misure di stimolo dell’economia e di rafforzamento e ammodernamento della dotazione infrastrutturale del Paese attraverso l’incremento degli investimenti pubblici;
  • Interventi per l’innalzamento del grado di competitività delle imprese e il rilancio degli investimenti privati, attraverso la riduzione della pressione fiscale e la previsione di specifiche agevolazioni fiscali;
  • Ci sarà un primo intervento per aiutare i pensionati al minimo e consentire di uscire dal lavoro un po' prima, con una minima penalizzazione;
  • Gli investimenti per le scuole saranno fuori dal patto di stabilità, abbiamo bisogno di scuole più sicure per i nostri figli che valgono più dei regolamenti burocratici europei!
  • Misure di rafforzamento del welfare, con la previsione, tra le altre, di specifiche disposizioni in ambito previdenziale e per il rafforzamento del capitale umano;
  • La sterilizzazione per l’anno 2017 dell’incremento IVA previsto in virtù delle clausole di salvaguardia.
Allego il testo completo per chi desidera informarsi più dettagliatamente.

PENSIONI

La legge di bilancio conterrà anche risorse e norme dell'accordo tra Governo e Organizzazioni Sindacali, in sintesi:
  • Investimento di 6 miliardi di Euro in tre anni per affrontare i nodi più rilevanti e superare le distorsioni e le rigidità più evidenti del nostro sistema pensionistico.
  • Ulteriori interventi sul sistema contributivo per garantire un corretto rapporto tra le generazioni, dando migliori prospettive ai giovani.
L'accordo riguarda misure per l’accesso alla pensione, i lavoratori precoci, i lavori usuranti, il cumulo gratuito dei periodi contributivi, la flessibilità in uscita con particolari agevolazioni per alcune categorie di lavoratori in condizioni di maggior bisogno. Ma parla anche di interventi per chi è già pensionato, laddove introduce l’obiettivo di sostenere i redditi bassi da pensione, con la parificazione della fascia di reddito esente da imposta a quella del lavoro dipendente e con l’estensione della quattordicesima ai pensionati sotto i circa 1.000 Euro lordi mensili.
 
Nel merito rimando alla scheda allegata.

LEGGE CONTRO LO SPRECO ALIMENTARE

La finalità del provvedimento è quella di ridurre gli sprechi per ciascuna delle fasi di produzione, distribuzione e somministrazione di prodotti alimentari, farmaceutici e altri:
  • Recupero e donazione delle eccedenze alimentari ai fini dell'utilizzo umano e di prodotti farmaceutici, e di altri prodotti, ai fini della solidarietà sociale;
  • Riduzione produzione dei rifiuti, promozione del riuso e del riciclo attraverso l'estensione del ciclo di vita dei prodotti;
  • Promozione delle attività di ricerca, informazione e sensibilizzazione dei cittadini, con particolare riferimento ai giovani;
  • Raggiungimento degli obiettivi stabiliti dai piani nazionali di Prevenzione dei Rifiuti e Prevenzione dello Spreco Alimentare;
  • Vengono semplificate le misure per la cessione gratuita degli alimenti ai fini di solidarietà sociale e destinata a favore di persone indigenti;
  • Le cessioni di eccedenze alimentari devono prioritariamente essere destinate al consumo umano, mentre le eccedenze alimentari non idonee al consumo umano possono essere cedute per allevamento animali e altre destinazioni, come il compostaggio.
  • È inoltre consentita la cessione a titolo gratuito delle eccedenze di prodotti agricoli in campo o di allevamento idonei al consumo umano ed animale.
Il provvedimento detta inoltre disposizioni dirette a incentivare la donazione alle Onlus di medicinali non utilizzati, correttamente conservati e non scaduti, escludendo espressamente quelli da conservare in frigorifero a temperature controllate, o contenenti sostanze stupefacenti o psicotrope, o dispensabili solo in strutture ospedaliere. Alle Onlus è consentita la distribuzione dei medicinali direttamente ai soggetti indigenti a condizione che dispongano di personale sanitario.

Per approfondire:
Dossier Sprechi alimentari e farmaceutici
oppure guarda il video qui sotto.
Ecco cosa prevede la legge contro gli sprechi alimentari e farmaceutici

BONUS GIOVANI

Entra in vigore il Bonus Giovani per coloro che compiono 18 anni, del valore di 500 euro da spendere per visitare mostre, comperare libri, andare a teatro... e tanto altro. È un incentivo per avvicinare i giovani alla cultura proprio quando diventano maggiorenni e quindi sono più mobili, più autonomi e cominciano, di fatto e simbolicamente, ad essere protagonisti della propria vita... e per essere felici bisogna conoscere, curiosare, imparare, studiare.
L'organizzazione di questo bonus (che non sono pochi 500€!) avviene via web e sarà promossa dai comuni.
 
Allego le informazioni per accedere al Bonus.

IN BREVE

AEROPORTO DI BRESSO:
Ho ripresentato interrogazione sul destino dell'aeroporto per sottolineare che non é possibile destinare l'aeroporto a voli commerciali perché é situato in una delle aree più popolose d'Italia, per problemi di sicurezza, per rispetto del patto sottoscritto nel 2007.
Qui l'interrogazione parlamentare.
CAFFÈ PER IL REFERENDUM:
Sono già 4 le riunioni organizzate "in casa" da cittadini di Cinisello Balsamo che invitano i propri vicini e i loro amici a parlare dei contenuti del Referendum, con me o con altri parlamentari, con amministratori e con i responsabili dei Comitati Bastaunsì.

Se volete anche voi organizzare un momento di confronto, con la mia presenza o di altri parlamentari contattate direttamente Mariella Rosati, 391-1712562.

APPUNTAMENTI NORD MILANO: 

Sempre in tema Referendum Costituzionale, sarò a Cormano il giorno 17 ottobre, a Inzago il 23 ottobre, a Legnano il 29 ottobre, a Cinisello con il segretario PSI Riccardo Nencini il 5 novembre.

SEGUIMI

Twitter
Twitter
Facebook
Facebook
Sito
Sito

CONDIVIDI

Share
Tweet
Forward to Friend
+1
Share
Copyright © 2016 Daniela Gasparini, Tutti i diritti riservati.
Cancellati dalla newsletter 

Email Marketing Powered by Mailchimp