Copy
Newsletter di Daniela Gasparini.

NEWSLETTER N. 6/2013

2 maggio 2013

 


DECOLLA IL NUOVO GOVERNO

 
In questo momento difficile per il nostro Paese e per la democrazia ho deciso di votare “sì”, sfilando davanti alla Presidente della Camera e dando così la mia fiducia al nuovo governo. L’ho fatto con la coscienza di dover dare risposte rapide alle persone che già da mesi – e soprattutto in queste settimane – ci chiedono concretezza operativa a breve termine ancor prima di qualsiasi ragionamento che riguardi gli equilibri politici.
 
Enrico Letta l’ha battezzato come un “governo di servizio”… io aggiungo “come avrebbe dovuto essere da sempre”!! Un governo che, pur nelle grandissime difficoltà di fare sintesi tra linee politiche fortemente diverse, è nato nuovo anche nelle figure dei Ministri e, anche col supporto del nostro grande Presidente della Repubblica, lavorerà bene se sapremo aiutarlo a fare sintesi per individuare le vere priorità e prendere decisioni. Il PD farà la sua parte, la farà fino in fondo per l’interesse del Paese.
 
“Ci sono passaggi nella storia di un Paese in cui bisogna avere il coraggio e la forza di mettere prima di tutto l’interesse nazionale” – è iniziato così il discorso del capogruppo alla Camera Roberto Speranza – “certo è un periodo come non ce ne sono mai stati nella storia della nostra giovane Repubblica, caratterizzato prima di tutto da una crisi economica senza precedenti, la più grande dalla II guerra mondiale. A questa crisi economica si aggiunge una crisi di rappresentanza democratica che ha portato ad un quadro politico instabile ed un forte rischio di ingovernabilità”.
 
Bisognerà tenere duro per essere coerenti. Trovarsi “alleati” con Berlusconi è un esercizio di razionalità, ma l’idea che il Grande Venditore voglia compromettere il PD mi gira in testa. Le ultimissime parole d’ordine sull’IMU sono un campanello d’allarme: “noi PDL chiediamo quello che vogliamo per il nostro elettorato e se voi PD non trovate la soluzione vi scarichiamo”.
Io ci proverò ad essere responsabile – e anche paziente – se questo serve al paese.
 
Daniela 

ALLA RICERCA DI PRIORITÀ CONDIVISE


Il lavoro di pochi giorni dei “saggi” voluti dal Presidente Napolitano sta a dimostrare che persone con culture politiche diverse, se sollecitate ad andare oltre il proprio steccato, possono trovare vie di collaborazione e disegnare riforme possibili e necessarie. In questo lavoro comune vedo coerenza con i principi e i valori su cui abbiamo fondato il nostro impegno politico come Democratici.
Le priorità del PD sono chiare:
  • rompere il ciclo di austerità
  • ripartire dai più deboli, quindi rifinanziamento cassa integrazione, esodati, riorganizzazione fiscale per tutelare chi ha meno
  • il lavoro come urgenza, ma anche come elemento fondante della cittadinanza
  • ridare fiducia alla nostra straordinaria rete di piccole e medie imprese
  • rimettere al centro la scuola, il primo presidio della democrazia e dell’uguaglianza
  • nuovo modello di sviluppo sostenibile e tutela delle risorse naturali
  • avere il coraggio di unire l’Italia: Sud e Nord si devono tenere insieme, la crescita del Mezzogiorno è un’opportunità per tutto il Paese
  • lotta alla mafia, alla corruzione, all’evasione fiscale
  • riforma della legge elettorale, riduzione del numero di parlamentari e superamento del bicameralismo
Vedremo nelle prossime settimane se la nostra sfida di confronto sul merito, chiedendo a tutti di parteciparvi, porterà questo Paese in tempi rapidi fuori dalla recessione e dalla sfiducia. Enrico Letta sembra crederci molto, gli italiani lo sperano, e quindi spetta al Parlamento e al Governo rimboccarsi le maniche e LAVORARE per tradurre le priorità dell’elenco di cui sopra in azioni concrete.

CITAZIONI DEL CAPOGRUPPO PD ALLA CAMERA 


Rivolgendosi al M5S e ricordando loro che potrebbero stare sulla strada del cambiamento anziché essere contro, il Capogruppo PD alla Camera ha citato don Milani:
“A che serve avere le mani pulite se poi si tengono in tasca?”

E in conclusione è stato ricordato un altro drammatico e difficile momento per la nostra Repubblica, l’ultimo intervento di Aldo Moro alla Camera prima di essere rapito. Asseriva il Presidente Moro:
“[…] se fosse possibile dire saltiamo questo tempo e andiamo direttamente a domani, credo che tutti accetteremmo di farlo ma, cari amici, questo non è possibile: si tratta di essere coraggiosi e fiduciosi al tempo stesso, si tratta di vivere il tempo che ci è stato dato con tutte le sue difficoltà […]”.

CINISELLO BALSAMO
INNOVAZIONE? È ANCHE VOLONTÀ INDIVIDUALE

 

Nei giorni scorsi, mi sono venuti a trovare a Montecitorio due dipendenti del Comune di Cinisello Balsamo che erano a Roma per ritirare un riconoscimento al loro lavoro. Fabio Scandola e Antonio Pantò sono due dei lavoratori appassionati e impegnati nel rinnovamento tecnico della pubblica amministrazione.
Si sono distinti per avere gestito da soli la realizzazione di un’APP (disponibile da settembre 2013) che renderà più facile la vita ai cittadini, permettendo loro di accedere ai servizi offerti da Cinisello, risparmiando tempo e partecipando alla vita stessa della città.
Ho voluto condividere questa segnalazione perché siamo di fronte ad una fase delicata per il nostro Paese e tutti possono dare un contributo di passione ed energia al superamento della crisi e alla modernizzazione del Paese. 

Scarica la brochure di presentazione dell'APP.

CINISELLO BALSAMO
INTERPELLANZA STRADA RHO-MONZA


Ho sottoscritto un’interpellanza in merito alla Rho-Monza, una strada che ha visto l’avvio della realizzazione all’inizio degli anni ‘90 e che ancora oggi non assolve il suo compito principale che è quello del collegamento Est-Ovest evitando l’attraversamento di Milano. Il peduncolo Nord è stato completato ma l’innesto con il sistema autostradale della Milano-Varese per Malpensa è ancora al palo. Doveva essere una delle opere strategiche per EXPO 2015 e invece non saremo ancora una volta capaci di rispettare i tempi.
È indispensabile avviare la realizzazione delle opere – così come recita l’interrogazione – per convogliare lungo la Rho-Monza il traffico proveniente da Nord diretto al sito EXPO. Consapevoli che siamo fuori dal crono-programma previsto, si chiede di iniziare ed ultimare il lotto 3 che é indifferibile in vista di Expo e di attendere il reperimento di ulteriori risorse per intervenire sugli altri lotti secondo altri criteri e tenendo conto dell'impatto ambientale. 

Scarica l'interpellanza.

NOTIZIE CURIOSE...


Il presidente del Consiglio Letta ha fatto una sorpresa in diretta ai suoi Ministri, annunciando che i parlamentari nominati Ministri non potranno accumulare all'indennità parlamentare quella extra di Ministro.
Ho parlato con alcuni di loro, scoprendo che è stata davvero una sorpresa… e per chi avesse visto Crozza a Ballarò su questo tema, posso dire che un po’ ci ha indovinato: si è vista per un istante qualche bocca aperta e la “mascella che cadeva”.

SEGUIMI

Twitter
Twitter
Website
Website

CONDIVIDI

Share
Tweet
Forward to Friend
+1
Share
Copyright © 2019 *|LIST:COMPANY|*, Tutti i diritti riservati.
Cancellati dalla newsletter 

Email Marketing Powered by Mailchimp