Copy

newsletter EcoGeo

EMISSIONI IN ATMOSFERA:
SCADENZA DEL 31 DICEMBRE 2013 PER RINNOVO DELLE VECCHIE AUTORIZZAZIONI

Obblighi e nuove scadenze  anche per le autorizzazioni esistenti:

Autorizzazioni alle emissioni in procedura semplificata anteriori al 04/02/2010
(Autorizzazioni rilasciate per le ex attività a ridotto inquinamento atmosferico ai sensi della precedente normativa ai sensi DPCM 21/7/1989, DPR 25 luglio 1991) 
ADEMPIMENTO: Domanda di rinnovo dell’autorizzazione secondo la nuova normativa:  Domanda di adesione all’autorizzazione a carattere generale possibile solo se l'attività svolta nell'impianto rientra ancora tra quelle trattate in modalità semplificata ora definite “in deroga” ai sensi dell'art 272 commi 2 e 3 del DLgs n°152/06 ed elencate in Allegato 1B alla DGR n° 1769/10 (aggiornamento della DGR n° 2236/09) altrimenti Domanda di autorizzazione ordinaria
SCADENZA: 31/12/2013
SANZIONI:
arresto da due mesi a due anni o ammenda da 258 euro a 1.032 euro


Autorizzazioni alle emissioni per impianti esistenti autorizzati in data anteriore al 01 gennaio 2000
Uno stabilimento autorizzato ai sensi degli articoli 6, 7, 15 a) e/o b) del decreto del Presidente della Repubblica 24 maggio 1988, n. 203, prima del 01.01.2000
ADEMPIMENTO: Domanda di rinnovo dell’autorizzazione secondo la nuova normativa (Domanda di autorizzazione ordinaria)
SCADENZA: 31/12/2013
SANZIONI:
arresto da due mesi a due anni o ammenda da 258 euro a 1.032 euro

 
AUTORIZZAZIONE UNICA AMBIENTALE (DPR 59/2013):
Per essere soggetti all’AUA è sufficiente essere assoggettati al rilascio, al rinnovo o all'aggiornamento di almeno uno dei seguenti 7 titoli abilitativi previsti:
  • autorizzazione agli scarichi;
  • comunicazione preventiva per l’utilizzazione agronomica degli effluenti di allevamento, delle acque di  vegetazione dei frantoi oleari e delle acque reflue provenienti dalle aziende ivi previste;
  • autorizzazione alle emissioni in atmosfera;
  • autorizzazione generale di cui all’articolo 272 del decreto legislativo 3 aprile 2006, n. 152;
  • comunicazione o nulla osta di cui all’articolo 8, commi 4 o comma 6, della legge 26 ottobre 1995, n. 447;
  • autorizzazione all’utilizzo dei fanghi derivanti dal processo di depurazione in agricoltura;
  • comunicazioni in materia di rifiuti di cui agli articoli 215 e 216 del decreto legislativo 3 aprile 2006, n. 152.
 Ne consegue che se l’azienda interessata dalla scadenza del 31 Dicembre 2013 è in possesso di autorizzazione ordinaria, è necessario presentare domanda di AUA