Copy

Il poeta D'Agostini chiede in una pubblica denuncia la sospensione della competizione elettorale del ballottaggio di Roma perché basata su dati non definitivi e dalla dubbia veridicità.

RIPUBBLICARE E DARE MASSIMA DIFFUSIONE, GRAZIE!
Elezioni  a Roma
Fronte Giustizialista
Ballottaggio

ABBANDONATE OGNI SPERANZA O VOI CHE VOTATE!

Il poeta D'Agostini chiede in una pubblica denuncia la sospensione della competizione elettorale del ballottaggio di Roma perché basata su dati non definitivi e dalla dubbia veridicità.

Ecco di seguito il testo completo:

 
Se votare facesse qualche differenza non ce lo lascerebbero fare.
(Mark Twain)

 
Io sottoscritto Alessandro D'Agostini, nato a Roma il 03/05/1972, in qualità di Segretario politico del Fronte Giustizialista, movimento politico candidato alle
recenti elezioni amministrative di Roma per l'elezione del sindaco, dichiaro quanto segue:

Premesso che le elezioni si sono svolte domenica 26 e lunedì 27 maggio scorso e che il rivoto per il ballottaggio a Roma è previsto nei giorni 9 e 10 giugno
prossimo voglio segnalare una grave anomalia in queste elezioni.

I dati diffusi dal Comune di Roma relativi ai risultati elettorali sono reperibili online esclusivamente sul sito:
http://www.elezioni.comune.roma.it

Tali dati sono stati presi per buoni e definitivi da parte della stampa quotidiana e dai mass media che li ha ripubblicati omettendo la dicitura presente nel sito:

"I valori riportati sono quelli trasmessi dai rappresentanti di Roma Capitale, in servizio presso i seggi: tali informazioni sono da considerarsi indicative senza alcun valore ufficiale in quanto i risultati ufficiali e definitivi saranno resi noti al termine delle operazioni effettuate dall'Ufficio Centrale Circoscrizionale presso il Tribunale Ordinario di Roma."

La pubblicazione dei dati elettorali da parte della stampa pertanto oltre ad essere di natura mendace influenza in modo scorretto l'opinione pubblica in vista del ballottaggio.

Inoltre ad oggi 6 giugno 2013, a soli tre giorni dal voto, ci risulta che il Collegio Centrale Elettorale di Roma sito a Via Arcadia non abbia ultimato l'inserimento dei verbali dei seggi e l'aggiornamento dei dati.
Inoltre i voti relativi alle elezioni dei consiglieri municipali non sono reperibili in alcun modo, neppure come dato parziale o in aggiornamento.

Ci chiediamo pertanto come sia possibile con dati incompleti e non reali, stabilire chi siano i due contendenti al ballottaggio di Roma e portare i cittadini romani di nuovo al voto.

Pertanto chiediamo l'accertamento immediato di quando dichiarato e l'immediata sospensione della consultazione elettorale del 9 e 10 giugno sino al rilascio dei dati elettorali definitivi.

Altresì chiediamo che i giornali che hanno già pubblicato dati mendaci in seguito ripubblichino i dati effettivi sulle pagine delle loro testate.

APPELLO DI VOTO AI CITTADINI ROMANI

* Faccio presente a tutti i cittadini romani che andando a votare il 9 e 10 giugno si renderanno complici di quella che a mio avviso può essere definita una vera e propria truffa ai danni della democrazia, della trasparenza, della libertà e del popolo italiano tutto, pertanto restate a casa e scegliete l'astensione! *

Alessandro D'Agostini
www.frontegiustizialista.it
Copyright © 2013 Comitato Fermiamo Le Banche, All rights reserved.
Email Marketing Powered by Mailchimp